Site icon Antonio Lamorgese

Come fare il backup dei driver di Windows 10

Come fare il backup dei driver di Windows 10

Fare il backup dei driver di Windows 10 è importante per ripristinare il corretto funzionamento del computer e dei suoi dispositivi. Grazie al comando DISM ora è possibile.
di Antonio Lamorgese

Fare il backup dei driver di Windows 10 è un’operazione molto importante che può ripristinare in brevissimo tempo il tuo computer in caso di guasto o di una formattazione del disco rigido. I driver sono i programmi che permettono al tuo sistema operativo di interagire con l’hardware del tuo computer, come la scheda video, la scheda audio, la stampante e altri dispositivi. Senza di essi, il tuo computer non potrebbe funzionare correttamente.

Pertanto avere una copia dei driver presenti sul tuo computer ti permetterà di ripristinare il PC esattamente come era prima del malfunzionamento. Il bello è che potrai farlo in totale sicurezza e in brevissimo tempo. Windows, ti permette di effettuare un backup dei driver, utilizzando il prompt dei comandi e digitando una semplicissima istruzione.

Come fare il backup dei driver di Windows 10

Ci sono molti modi per fare il backup dei driver del tuo computer, ma uno dei modi più semplici e affidabili è utilizzare il comando DISM (Deployment Image Servicing and Management). Questo strumento è incluso in tutte le versioni di Windows e può essere utilizzato per creare un’immagine di backup dei driver presenti sul tuo sistema operativo.

Se segui questi semplici step riuscirai ottenere, anche tu, una copia di backup dei driver da poter utilizzare, speriamo mai, sul tuo computer in caso di guasto o malfunzionamento. Ecco passo-passo cosa devi fare.

1. Apri il Prompt dei comandi

Il primo passo per eseguire il backup dei driver del tuo computer con il comando DISM è aprire il Prompt dei comandi. Per farlo, clicca sul pulsante Start, digita “cmd” nella barra di ricerca e clicca sulla voce “Prompt dei comandi“. Se utilizzi Windows 10 o Windows 11, puoi anche fare clic con il pulsante destro del mouse sulla voce “Prompt dei comandi” e clicca su “Esegui come amministratore“. È opportuno eseguire il prompt dei comandi, come amministratore, per dare la possibilità al sistema operativo di eseguire DISM con privilegi elevati.

Prompt dei comandi eseguito con privilegi di amministratore

2. Esegui il comando DISM

Una volta aperto il Prompt dei comandi, digita questa istruzione e premi Invio:

dism /online /export-driver /destination:"C:\driver_backup"

Questo comando eseguirà il backup di tutti i driver presenti sul tuo computer e li salverà in una cartella chiamata “driver_backup” nella directory C:\ del computer. Puoi modificare la destinazione, specificando una cartella o una unità di tua scelta, ma assicurati sempre che ci sia abbastanza spazio libero per completare l’intera procedura di backup e salvare tutti i file prodotti da DISM.

3. Attendere il completamento dell’operazione

Il comando DISM impiegherà alcuni minuti per completare il backup dei driver del tuo computer. Una volta completata l’operazione, vedrai un messaggio di conferma che ti indicherà che il backup dei driver è stato creato con successo.

4. Salvare il backup dei driver in una unità esterna

Ora che hai creato un backup dei driver del tuo computer, è importante salvare questo backup in un’unità esterna, come un’unità flash USB o un disco rigido esterno. In caso di crash del sistema o di una formattazione del disco rigido, potrai ripristinare i driver del tuo computer utilizzando questo backup e sempre lo stesso comando DISM, ma con parametri diversi. Prima però mettiamo al sicuro il nostro backup, magari copiandolo, su una unità esterna.

Per salvare il backup dei driver in un’unità esterna, collega l’unità al tuo computer e copia la cartella “driver_backup” dalla directory C:\ alla directory presente sull’unità esterna. Assicurati di selezionare l’intera cartella “driver_backup” e di copiarla interamente con tutto il suo contenuto.

5. Ripristinare i driver del computer

Se il tuo computer subisce un guasto o hai bisogno di formattare il disco rigido e reinstallare il sistema operativo, potrai ripristinare i driver del tuo computer utilizzando il backup che hai creato con il comando DISM. Ora vedrai come ripristinare i driver del tuo computer digitando una semplice istruzione da prompt dei comandi.


Leggi anche: Come fare Login Automatico su Windows 10 e Windows 11


Come Ripristinare il backup dei driver di Windows 10

Avere un backup dei driver del tuo computer può salvarti d numerosi grattacapi in caso di guasto o di un malfunzionamento del tuo sistema operativo. Se hai già fatto il backup dei driver del tuo computer con il comando DISM (Deployment Image Servicing and Management), sei a metà dell’opera. In questo paragrafo ti mostrerò come ripristinare il backup dei driver utilizzando lo stesso strumento. Anche qui, se procedi passo-passo sarà molto semplice portare a termine l’operazione.

1. Apri il Prompt dei comandi

Il primo passo per ripristinare il backup dei driver del tuo computer con il comando DISM è aprire il Prompt dei comandi. Per farlo, clicca sul pulsante Start, digita “cmd” nella barra di ricerca e clicca sul risultato “Prompt dei comandi” che appare. Anche in questo caso e conveniente aprire il “Prompt dei comandi” sempre come Amministratore. Per dare a windows i privilegi elevati per eseguire in totale sicurezza tutta la procedura che il comando DISM metterà in atto. Visto e considerato che hai messo da parte il tuo backup su una unità esterna, è arrivato il momento di riprenderla per avere accesso al backup.

2. Connetti l’unità esterna al tuo computer

Come ti ho già anticipato, prima di procedere al ripristino dei driver, assicurati di avere l’unità esterna che contiene il backup dei driver del PC e collegala al tuo computer. Il ripristino dei driver del tuo computer avverrà direttamente da questa unità esterna.

3. Esegui il comando DISM

Una volta aperto il Prompt dei comandi e connesso l’unità esterna, digita il seguente comando e premi Invio:

dism /online /add-driver /driver:"D:\driver_backup" /recurse

Questo comando aggiungerà i driver al tuo computer dalla cartella “driver_backup” situata nell’unità esterna (in questo esempio, all’unità esterna il sistema operativo ha assegnato la lettera D:). L’opzione /recurse, di DISM, ti da la garanzia che tutte le sottodirectory contenute nella cartella “driver_backup” vengano aggiunte e considerate dalla procedura di ripristino.

4. Attendere il completamento dell’operazione

Il comando DISM impiegherà alcuni minuti per completare il ripristino dei driver del tuo computer. Una volta completata l’operazione, vedrai un messaggio di conferma che indica che i driver sono stati aggiunti con successo.

5. Riavviare il computer

Dopo aver ripristinato i driver del tuo computer con il comando DISM, sarà necessario riavviare il computer per completare il processo. Dopo il riavvio, il tuo computer dovrebbe funzionare correttamente come prima.


Leggi anche: Come riparare Windows 10 utilizzando il prompt dei comandi


Come fare il backup dei driver con DISM
Exit mobile version