Gli hook in WordPress: Guida all’uso

Prima di passare a capire gli hook in wordpress, cerchiamo di soffermarci un attimo sulla necessità che ti sarà senz’altro capitata di modificare qualcosa in wordpress o di personalizzare parte del tema attivo. Probabilmente non è da escludere che avrai fatto senz’altro innumerevoli ricerche per trovare una guida esaustiva in merito, ma che non sei ancora riuscito a trovare qualcosa che ti illustrasse pienamente questo fantastico meccanismo che integra wordpress sin dalle sue primissime versioni.

Innanzitutto è fondamentale modificare direttamente gli script del tema e soprattutto lo script functions.php, è necessario puntualizzare che rimuovendo il tema si perdono anche tutte le modifiche che hai apportato al file functions.php. Pertanto procediamo e vediamo cosa sono gli hook e perchè possono aiutarci nella personalizzazione di wordpress.

Adesso scoprirai che esiste un sistema infallibile per modificare il comportamento del CMS è questo sistema fa largo uso degli Hook. Cercheremo di capire la logica che ha spinto gli sviluppatori di wordpress ad introdurre questo strumento.

Gli hooks in wordpress, non sono altro che dei ganci, a cui lo sviluppatore può agganciarsi per modificare la natura stessa e le funzionalità di wordpress. Sono indispensabili, anche, quando si vogliono estendere le possibilità di personalizzazione di un tema.

WordPress ha una serie di hook già prestabiliti, ma a seconda del tema possono essere usati solo in parte o quasi. Pertanto è necessario installare un plugin gratuito che ci mostrerà i nomi dei ganci e le posizioni all’interno del tema attivo.

Quindi, Per prima cosa bisogna installare un plug-in, il plug-in in questione è Simply show hooks. 

hook in wordpress

Dopo l’attivazione di tale plug-in nel menù in alto di wordpress comparirà la voce Simply show hooks, a questo punto attiviamo l’opzione Show Action Hooks, e ci portiamo nella voce di menù “Aspetto” e clicchiamo su “personalizza”, si aprirà la home page del sito con evidenziati tutti gli hooks in verde nei punti in cui potremo innestare eventuale nostro codice.

A questo punto basta prendere nota del nome dell’hook desiderato e cliccando su “Aspetto”->”editor del tema” troveremo il file functions.php, ci clicchiamo sopra e wordpress lo aprirà in modifca.

hook in wordpress

a questo punto attraverso la funzione di sistema add_action a cui passeremo due parametri, il primo è il nome dell’hook, il secondo è la funzione che verrà invocata ed il cui risultato verrà inserito in quel punto preciso del tema.

Facciamo un esempio pratico, inseriamo questo codice alla fine del file functions.php:

function Hello_world() {
   echo 'ciao mondo';
}
add_action('nomeHook', 'Hello_world'); 

Noteremo che nel punto preciso del tema dove viene visualizzato il nostro hook comparirà la stringa Hello World.

Quello che è importante sapere è che ad ogni hook è possibile agganciare più function, e che con la funzione remove_action(‘nomehook’, ‘nomefunction’); possiamo sganciare l’esecuzione della funzione passata come parametro all’hook. Sarà sempre possibile fermare la visualizzazione degli hooks premendo il link in alto a destra “stop showing hooks”:

hook in wordpress

Ti interesserà sapere che potrai creare anche tu degli hooks personalizzati per te, in ogni caso guarda questo video e ti renderai conto di quanto possa essere semplice gestirli.

Seguimi su

Antonio Lamorgese

Amministratore di rete, programmatore ed esperto di pratiche SEO. Dopo anni di esperienza nel settore, ho ideato un generatore di codice PHP Scopri di più su https://www.phpcodewizard.it.