Il Raspberry Pi 400, una tastiera con un computer integrato

La Raspberry Pi Foundation ha annunciato Raspberry Pi 400, una tastiera compatta con un computer basato su ARM tutto integrato. Basta collegarlo a un televisore o a un monitor utilizzando una delle sue due porte micro HDMI, inserire una scheda microSD, collegare un cavo di alimentazione e mouse e hai un computer di base per le tue attività quotidiane, la codifica o la riproduzione di file multimediali. È disponibile a partire da oggi come macchina autonoma per 70 $ o in un pacchetto che include un mouse, un alimentatore, una scheda microSD, un cavo HDMI e una guida per principianti per soli 100 $.

Raspberry Pi 400

La speranza è che il design del Pi 400, lo renda ancora più accessibile e intuitivo. Questo fattore è importante quando vendi un computer economico ed è particolarmente importante quando vendi un dispositivo di questa fattura, accessibile anche ai bambini, per imparare a programmare. 

Il fondatore di Raspberry Pi, Eben Upton in un’intervista eseguita prima del lancio del prodotto disse: “È il regalo da mettere sotto l’albero di Natale e nel giro di qualche secondo sei già pronto e seduto davanti al televisore con un computer”.

Il design del Raspberry Pi 400 riporta immediatamente alla mente i primi home computer come il Commodore 64 e lo ZX Spectrum. Anche se i Raspberry Pi sono diventati uno strumento molto popolare tra gli appassionati di informatica, inoltre, sono progettati come computer accessibili ai bambini, per aiutarli a familiarizzare con il software.

“Il sogno, di Raspberry Pi Foundation, è sempre quello di attirare le persone ad acquistare un PC e poi indurle a diventare programmatori di computer”, afferma Upton: “Questo è quello che è successo a me, sono stato indotto a comprare uno ZX Spectrum e poi improvvisamente sono diventato un ingegnere del software.”

A parte la tastiera e la forma, il Raspberry Pi 400 è un computer molto simile al Raspberry Pi 4 uscito lo scorso anno

Ha una CPU ARM Cortex-A72 quad-core da 1,8 GHz, 4 GB di RAM, una porta Ethernet Gigabit, Bluetooth 5.0 e Wi-Fi 802.11ac. 

Sono disponibili una coppia di porte micro HDMI che possono trasmettere ciascuna fino a 4K / 60Hz, due porte USB 3.0 e una singola porta USB 2.0. L’alimentazione viene fornita tramite una porta USB-C, c’è uno slot per schede microSD per l’archiviazione oltre alla porta GPIO per collegare una varietà di dispositivi di controllo per la domitica e l’automazione industriale.

Mentre internamente è simile ai dispositivi Raspberry Pi, l’aspetto esterno del Pi 400 è tutt’altro che simile al Pi 4. A seconda della regione in cui lo si acquista, il computer è integrato in una tastiera a 78 o, a 79 tasti, che ha un design simile alla maggior parte delle tastiere per laptop compatte. 

Al momento del lancio, ci sono sei diversi layout di tastiera – Regno Unito, Stati Uniti, tedesco, francese, italiano e spagnolo – la Raspberry Pi Foundation dice che: “presto saranno disponibili ulteriori varianti per i mercati norvegese, svedese, danese, portoghese e giapponese”.

Per fortuna, questa non è la prima tastiera di Raspberry Pi: l’anno scorso l’azienda ne ha rilasciata una standard senza un computer integrato. Dico per fortuna perché molti home computer, mi riferisco a quelli dei primi anni ’80, avevano tastiere assolutamente orribili e poco managgevoli. Upton dice che: “l’approccio dell’azienda è stato ispirato dal modo in cui il produttore di PC Acorn Computers ha utilizzato la sua tastiera standalone come base per il computer Acorn Atom

Non sono solo i bambini che imparano a programmare a cui l’azienda vuole vendere il Pi 400. “Chi dovrebbe aiutare quindi? Dovrebbe aiutare chiunque abbia bisogno di un computer”, dice Upton. 

È interessante notare che questo include anche le aziende, e che la società vede il Raspberry Pi 400 utilizzato come computer desktop aziendale o per agenti di call center. È interessante notare che questo è uno dei motivi per cui Raspberry Pi 4 e Pi 400 hanno due uscite HDMI, perché due monitor sono l’impostazione predefinita per molti sistemi aziendali.

Ti potrebbe Interessare: come installare windows 10 su raspberry Pi. 4 e Pi 3

Detto questo, Upton ammette che la combinazione di colori rosa e bianco del Pi 400 non sarà alla portata dei gusti di ognuno. “Avremo bisogno di farlo in grigio e nero e ci spezzerà il cuore”, scherza, “Produciamo i nostri prodotti in rosa e bianco e pensiamo che sia il colore giusto e poi siamo trascinati a calci e urla al grigio e al nero.”

Sarebbe sembrato irrealistico, alcuni anni fa, sognare un ufficio pieno di computer basati su ARM quando i processori erano in gran parte considerati a bassa potenza per qualsiasi cosa oltre a telefoni e tablet, ma in un anno in cui Apple sta iniziando a cambiare l’architettura dei suoi computer Mac, quello scenario non sembra poi così assurdo.

Upton definisce il prossimo passaggio di Apple una “convalida” dello status di ARM come una vera architettura per PC, e dice che è la prova che i PC non sono più sinonimo di processori x86. A lungo termine, afferma che il cambiamento dovrebbe incentivare più sviluppatori a realizzare o ottimizzare il loro software per funzionare meglio su ARM e che qualunque cosa accada su macOS, probabile avvantaggerà l’ecosistema open source e alla fine il Raspberry Pi stesso.

A meno che tu non sia disposto a fare qualche modifica seria, il Raspberry Pi 400 sarà sempre un PC Linux. Questo lo rende perfetto se stai cercando di imparare a programmare, ma sarà comunque un ostacolo per molti proprietari di PC con sistemi operativi Windows e Mac che sono alla ricerca di una macchina semplice per le attività quotidiane, che a loro volta, svolgono con il computer. 

Leggi anche: Come installare un server web su Raspberry Pi

Ma con un prezzo di partenza di 70 $, il Raspberry Pi 400 è molto meno costoso anche dei telefoni più economici e viene fornito con una tastiera abbastanza grande per poter scrivere correttamente. Per molte persone, e per gli studenti in particolare, questo potrebbe essere esattamente ciò di cui hanno bisogno in un anno in cui molte persone lavorano ancora da casa e hanno bisogno di un computer.

Il Raspberry Pi 400 è disponibile sin da subito. Il kit da 100 $ è reperibile nel Regno Unito, negli Stati Uniti, in Francia e in Italia, in Germania e Spagna lo sarà a partire dalla prossima settimana. Nel frattempo, la versione standalone da 70 $ è disponibile nel Regno Unito, Stati Uniti, Francia e Germania e arriverà in Italia e Spagna a breve. In India, Australia e Nuova Zelanda sarà disponibile entro la fine dell’anno.

Fonte: https://www.theverge.com/2020/11/2/21542278/raspberry-pi-400-keyboard-computer-arm-release-date-news-features

Seguimi su

Antonio Lamorgese

Amministratore di rete, programmatore ed esperto di pratiche SEO. Dopo anni di esperienza nel settore, ho ideato un generatore di codice PHP Scopri di più su https://www.phpcodewizard.it.

x