Come guadagnare soldi online con Google AdSense

In questa guida ti parlerò di un sistema efficace su come guadagnare soldi online, attraverso uno strumento gratuito, offerto da Google, inserendo annunci pubblicitari all’interno dei tuoi contenuti web. Continua a leggere questo articolo e potrai scaricare gratuitamente un ebook in formato pdf, contenente tutti i consigli utili per iniziare ad applicare AdSense da subito sul tuo blog.

Ma torniamo a noi, lo strumento gratuito, di cui ti parlavo poc’anzi, prende il nome di Google AdSense. Google AdSense è un programma pubblicitario che ti consente di pubblicare annunci sul tuo blog o video di YouTube e di essere pagato quando i visitatori cliccano su uno di questi annunci.

Gli annunci vengono generati da aziende, che utilizzano il programma AdWords di Google, e una volta inseriti, vengono generati dei codici AdSense, che il sistema genera univocamente per te, e che tu inserirai in una sezione della home page del tuo blog.

A mio avviso questo è uno dei sistemi, per fare soldi online, più veloci e immediati, motivo per cui è diventato uno strumento molto popolare tra i blogger e gli youtuber di tutto il mondo.

corso javascript per principianti

1. Pro e contro di fare soldi con Google AdSense

Questo sistema presenta diversi vantaggi, intanto è una piattaforma gratuita di monetizzazione, può essere aggiunto con estrema semplicità nelle tue pagine web, anche da un blogger alle prime armi.

In buona sostanza basta includere nella sezione con più visibilità del tuo blog, il codice html che il servizio genera automaticamente per te. Ad ogni clic di un visitatore, Google AdSense, ti garantisce un compenso, che è impostato dall’inserzionista del prodotto da pubblicizzare.

Detto questo, però, ci sono anche alcuni svantaggi di AdSense. Se Google si accorge, che se sei tu a cliccare sugli annunci che pubblichi, e ti garantisco che se ne accorge, potrebbe bloccarti l’account in un istante. Inoltre, come tutte le forme di guadagno online, Google AdSense ha bisogno di molto traffico, verso i tuoi contenuti web, per generare soldi.

AdSense è un’ottima forma di monetizzazione, ma non è un programma che può arricchirti velocemente o farti fare soldi senza fare nulla. Inoltre, Google ha regole che alcuni blogger sembrano perdere di vista. Regole ben esposte durante la fase di accettazione dei termini di servizio, che consiglio vivamente di leggere con attenzione. 

Di conseguenza, molti proprietari di siti Web hanno scoperto a proprie spese di aver violato, senza saperlo, le policy di Google e di aver perso per sempre il proprio account AdSense.

2. Tipi di annunci AdSense

Google AdSense offre una varietà di tipologie di annunci pubblicitari che puoi utilizzare e pubblicizzare sul tuo sito o canale youtube.

Tra le varie tipologie di annunci troviamo:

Testo: gli annunci testuali utilizzano esclusivamente testo, quindi parole, sia come unità pubblicitaria, parliamo in questo caso di un’offerta pubblicitaria, all’interno del testo è possibile includere anche dei link, a delle offerte, e sono disponibili in varie dimensioni. Inoltre puoi personalizzare, a tuo proprio gusto, il colore del riquadro pubblicitario, del testo e del link.

Immagini: gli annunci con immagini sono annunci di tipo grafico. Sono disponibili in varie dimensioni, e puoi scegliere se combinare testo e immagini.

Rich Media: si tratta di annunci interattivi che possono includere codice HTML, video e risorse multimediali di vario tipo.

Video: In questo caso parliamo di annunci contenenti un video che può essere riprodotto in autoplay subito dopo il caricamento della pagina.

AdSense for Search: questo tipo di annuncio, ti consente di avere una casella di ricerca di Google, integrata nel tuo sito web o blog. Per cui, quando un utente inserisce un termine ed esegue una ricerca, si apre contestualmente una pagina dei risultati di ricerca con gli annunci AdSense attinenti la ricerca proposta. Inoltre, come per gli altri annunci, puoi personalizzare i colori della pagina dei risultati di ricerca per renderla più armonica con la grafica del tuo sito web.

3. Pagamenti di Google AdSense

Ma vediamo effettivamente come Google paga. In effetti Google è considerato un buon pagatore ed utilizza i sistemi più sicuri per pagare il dovuto ai blogger. Il pagamento preferito, dai blogger, è tramite bonifico bancario. Infatti, quando a fine mese, le tue entrate raggiungono o superano i 70 euro, i tuoi guadagni vengono trasferiti sul tuo conto collegato al tuo account AdSense.

Se invece la soglia minima dei 70 euro, non viene raggiunta, i guadagni vengono aggiunti a quelli del mese successivo, fino a raggiungimento soglia minima.

Quindi, riassumendo, ogni volta che raggiungi la soglia di 70 euro, Google emetterà un pagamento, con valuta nel periodo relativo al mese successivo a quello di raggiungimento della soglia minima di 70 euro. Tramite il tuo account AdSense, puoi tenere traccia e visualizzare tutte le tue entrate, monitorare quali annunci generano più traffico e profitto, ed il maggior numero di clic.

LEGGI ANCHE: 15 modi gratuiti, per aumentare il traffico verso il tuo sito web

Aumentare il traffico di un sito web è sempre un’impresa tutt’altro che semplice, tuttavia, occorre tener presente che in un mondo digitale con 152 milioni di blog attivi, investire risorse e tempo nella costruzione di un blog è sempre un’impresa molto gratificante.

4. Guadagnare con AdSense

Per fare soldi con AdSense è possibile, ma richiede un piano pubblicitario ben programmato e studiato. Pertanto ecco alcuni suggerimenti per massimizzare le entrate con Google AdSense.

Innanzitutto leggi e rispetta le regole e le policy di Google. I webmaster devono rispettare le norme per i webmaster di Google, nonché le norme del programma AdSense, pena, il blocco dell’account e l’impossibilità di sfruttare successivamente un servizio molto importante per la monetizzazione e il guadagno online.

Molti blogger effettuano, magari trascurando le conseguenze di tale azione, dei clic su annunci da loro stessi pubblicati, o addirittura chiedere ad altri di farlo. Se leggi attentamente le policy di AdSense, incentivare i clic, acquistare spazio Pay Per Click (PPC) o utilizzare software progettati per indirizzare il traffico alle pagine AdSense, vìola le regole imposte dal programma AdSense.

Ti posso garantire che Google non è molto indulgente con chi viola queste regole, quindi fai di tutto per rispettarle.

In definitiva per guadagnare con Google AdSense, o altri metodi simili di monetizzazione, occorre fornire contenuti di qualità. Più i contenuti sono di qualità più autorevolezza acquisisci come blogger e più visite attirerai. Ricorda: “più traffico più guadagno”. Questa è la regola numero uno del web e del guadagno online.

Inoltre, dato che il numero di persone che utilizzano dispositivi mobili è enormemente aumentato, assicurati che i contenuti siano ottimizzati per questa tipologia di dispositivi. Google AdSense invia e adatta gli annunci pubblicitari in base al dispositivo utilizzato per visualizzare i tuoi contenuti web. Pertanto è necessario che il tuo sito web sia reattivo e, come dicono spesso i webmaster: responsive.

Un sito responsive, adatta i contenuti in base al dispositivo e di conseguenza lo rende più appetibile ai motori di ricerca di tutto il mondo.

Inizia a creare annunci di dimensioni standard, (300 × 250, 728 × 90 e 160 × 600), e monitora costantemente le statistiche per capire quale annuncio è più redditizio di un altro, o se una posizione, all’interno del tuo blog, è migliore rispetto ad un’altra.

Un annuncio posizionato subiti sotto il logo, è più probabile che venga notato, di conseguenza è senza dubbio quello, per statistica, che genera più profitti.

5. Servizi alternativi ad AdSense

Google AdSense, come abbiamo visto, è uno strumento utilizzato per guadagnare online attraverso la pubblicità, ma non è l’unica scelta disponibile. Esistono molti servizi simili ad AdSense, come Media.net e InfoLinks. Alcuni potrebbero richiedere una soglia di traffico minima, quindi è necessario attendere che il tuo sito web riceva abbastanza traffico prima di essere accettati da alcuni di questi servizi.

La maggior parte di questi servizi web, ha regole molto simili a Google AdSense, come, ad esempio, un limite al numero di annunci per pagina (di solito non più di tre). Nella maggior parte dei casi, puoi sfruttare banner di più reti pubblicitarie sul tuo sito senza violare i termini del servizio, imposte da ogni portale, ma è consigliabile leggere le regole di ciascun fornitore del servizio prima di metterlo in atto.

Come raggiungere l’indipendenza economica con Google AdSense



6. Altre opzioni di reddito oltre alle reti pubblicitarie

Questi canali pubblicitari, in particolare AdSense, sono ottime opportunità perché puoi iscriverti come blogger o proprietario di un sito web e sono molto semplici da usare.

Ma non sono gli unici sistemi utilizzati oggi per guadagnare. Online. In effetti, man mano che il traffico sul tuo sito cresce, ti conviene dare un’occhiata anche ad altre forme di monetizzazione .

Ecco, di seguito, altre forme di monetizzazione che puoi sfruttare per fare soldi al posto o al massimo insieme ai convenzionali canali pubblicitari visti sinora.

Ad esempio, l’affiliate marketing è uno di questi sistemi. I programmi di affiliate marketing sono generalmente gratuiti e facili da aggiungere al tuo sito web. Ma hanno una logica di funzionamento e utilizzo molto diversa da quella di AdSense.

Con questo sistema puoi vendere un tuo prodotto o servizio, o un prodotto offerto da qualcun altro.

Questo è particolarmente utile con info prodotti come i corsi online offerti da Corsi.it, il portale numero uno in Italia di corsi online, sono poco costosi e il portale ti garantisce il 95% di guadagno sul prezzo di vendita. Un’opportunità che solo i grandi network dell’affiliate marketing offrono, uno di questi è Clickbank.

In questo video, passiamo dalle parole ai fatti, avrai modo di vedere in pratica le tecniche necessarie da mettere in atto, per guadagnare 25 euro al giorno con AdSense.

7. Conclusioni

Come puoi vedere, ci sono molti modi per guadagnare online avendo a disposizione un sito web o un blog. Ma molti richiedono un traffico significativo verso i tuoi contenuti web, prima di poterli utilizzare in totale autonomia.

È qui che AdSense, fa la differenza, di conseguenza rappresenta, tutt’ora, una buona soluzione per la monetizzazione specialmente per chi è alle prime armi.

Non hai bisogno di avere prodotti tuoi da promuovere e non devi creare assolutamente nulla per iniziare a guadagnare, puoi partecipare il giorno stesso in cui inizi a pubblicare i tuoi articoli sul tuo blog, è gratuito ed è il codice è facile da integrare nell’annuncio.

Seguimi su

Antonio Lamorgese

Amministratore di rete, programmatore ed esperto di pratiche SEO. Dopo anni di esperienza nel settore, ho ideato un generatore di codice PHP Scopri di più su https://www.phpcodewizard.it.

x